44° 24′ 2″ N
11° 15′ 2″ E

Archeologia Sperimentale – Alfio Tomaselli e la figura dell’Archeotecnico.

Scritto il

20 Febbraio 2024

Da

Andrea

Era il 2018 quando sentii parlare per la prima volta di Alfio Tomaselli, stavo partecipando ad un laboratorio didattico sulla preistoria tenuto da Livio Astorino di Secret of the Ancients che a sua volta era già stato un suo studente e che me ne parlò molto bene. Dopo qualche mese lo conobbi di persona all’ Expo Outdoor di Bologna, precisamente nel marzo del 2019.

Fu in quella occasione che nel nostro stand, tra tutte le attività programmate riuscii a fermarmi un attimo e sbirciare tra la calca di gente che lo circondava. Lo vidi lavorare con davanti ad esso un nutrito gruppo di ragazzi letteralmente ipnotizzati da una piccolissima brace che da lì a poco avrebbe incenerito un piccolo ciuffo di erba secca.

Io in quel periodo, anche a seguito del corso tenuto da Livio tempo prima, mi stavo proprio interessando alle tecniche  primitive di accensione del fuoco, quindi era proprio arrivato il momento per me di colmare qualche lacuna che per tale argomento in quel periodo ancora avevo.
Appena ebbi la possibilità, incalzai Alfio con tutte le domande possibili e immaginabili che mi venivano in mente e riuscii così a portare a casa qualche informazione in più.

Serie Di Amigdale Di Varie Dimensione E Tipi Di Selce Prodotte Da Alfio.
Alcuni dei foliati realizzati da alfio.

In futuro, visto che lui nei suoi spostamenti a Bologna ci si fermerà spesso, non mancheranno occasioni per accendere fuochi in ogni dove come sotto i portici in centro città con il trapano a mano o in autogrill del Cantagallo con selce e pirite nascosti dai grandi volumi dei camion parcheggiati.  Alfio è anche questo, sempre disponibile in ogni dove e soprattutto in ogni momento. Passò un altro anno e arrivò il momento del Bologna Mineral Show, a Casalecchio di Reno. Anche lì lo rividi cimentarsi e tenere banco come suo solito, mi misi comodo ma in disparte e assistetti all’intervento che come i precedenti ebbe ancora qualcosa da regalarmi e quando finì mi raggiunse per fare due chiacchiere.

In Una Delle Aule Del Centro Di Scienze Naturali Di Prato Alfio Tiene La Sua Lezione, Alle Sue Spalle Si Nota Una Esposizione Di Quanto Lui Usa Per Pittura Rupestre
Uno dei momenti del corso tenuto nel centro di scienze naturali di prato

Fu lì che presi l’impegno di partecipare ad un suo prossimo corso, corso che poi si tenne a novembre del 2022 a Prato, ospiti del Centro di Scienze Naturali. Insieme a me parteciparono altre persone, ragazzi e ragazze, studenti di archeologia, guide naturalistiche e semplici appassionati del mondo preistorico. 
Mi recai a Prato il giorno prima del corso, sempre assistito da Alfio mi sistemai in B&B e la sera con alcuni degli altri partecipanti andammo a cena in sua sua compagnia.

Serie Di Utensili Costruiti Con Parti Di Palco Di Cervo E Daino, Legno E Quant'Altro Serva Per La Lavorazione Della Selce.
Utensili che alfio utilizza per la lavorazione della selce.

Bene o male sapevo cosa mi attendeva perché venivo da un’esperienza come quella fatta con Livio e comunque già mi cimentavo in qualcosina, oltre poi a quanto stavo già apprendendo dalla rete, dai vari manuali e dai musei che tutt’oggi visito sempre con rinnovato entusiasmo.

In Primo Piano Una Conchiglia Con All'Interno Pezzi Di Fomes Pronti Ad Essere Innescati Con Le Scintille Prodotte Da Selce E Pirite.
Truciolato di fomes fomentarius pronto per essere innescato con selce e pirite.

Inutile dire che il corso fu bellissimo, ci furono sessioni in aula e altrettante all’aperto, si affrontarono varie tematiche, la quantità di nozioni che ci furono elargite soddisfarono pienamente la mia curiosità e voglia di apprendere. In soldoni si discusse e si fece tantissima pratica sulla scheggiatura della selce per creare strumenti litici, con gli stessi strumenti costruiti da noi stessi potemmo in una seconda fase lavorare l’osso riuscendo a creare manufatti tipo aghi, arpioni e punte per fiocine. Si andò avanti con la realizzazione di cordame con materiali vari, poi venne il momento della pittura rupestre, l’utilizzo del propulsore, l’accensione del fuoco con appunto i metodi primitivi e davvero tante altre cose molto interessanti.

Oggi di quel corso conservo bei ricordi, tante informazioni e l’amicizia di altre persone con in comune le stesse passioni. Da non tralasciare assolutamente è il fatto che a questi corsi solitamente partecipano anche studenti universitari o persone già ampiamente avviate all’argomento che semplicemente arricchiscono ancor di più quello che già di per sé è un corso ricco e completo.

In Primo Piano Una Tavoletta Lavorata Affinchè Si Prestasse All'Utilizzo Per La Tecnica Del Trapano A Mano. Al Suo Fianco Il Trapano Costituito Da Un Bastoncino  Che Si Presta Allo Scopo.
Fornello già pronto per essere usato con la tecnica del trapano a mano. Dall’archivio di alfio.

Alfio è un grandissimo conoscitore di tutto ciò che è Natura e mondo animale, arriva alla preistoria quasi per gioco quando durante una vacanza con la famiglia si imbatte in un parco archeologico dedicato proprio alla preistoria, li sboccia la sua passione che lo porterà a giocare dapprima con i figli e quasi senza accorgersene ad iniziare il suo percorso di studio fatto di biblioteche e di libri perchè internet in quel periodo ancora non esisteva, poi di viaggi in tutta Italia ed Europa per visitare i siti di interesse storico e ancora di tanti confronti con chi all’epoca l’archeologia la studiava e insegnava, ovvero i docenti universitari.

Oggi partecipa ad una moltitudine di eventi anche fuori dai confini nazionali, collabora con musei, parchi e università, propone sempre per musei e scuole di ogni grado laboratori didattici e tiene dei corsi di formazione per archeologi, insegnanti, guide ambientali, studenti universitari e operatori museali. Ma tutti possono partecipare ai suoi corsi, anche chi non si è mai approcciato a questo tipo di argomento. Da autodidatta con più di trenta di anni di esperienza alle spalle, una passione innata per l’archeologia sperimentale e la naturale capacità di trasmettere alle persone fanno di lui uno dei più stimati Archeotecnici italiani conosciuti anche in Europa.

Riproduzione Di Un Coltello Realizzato In Palco Di Cervo Per Il Manico E Un Laminato Di Selce Per Il Tagliente, Corredato Da Una Dragona Realizzata In Pelle Lavorata.
Coltelo realizzato in palco di cervo per il manico e selce per il tagliente.

Alfio collabora con le Università di Pisa, Siena, Firenze, Bologna, Catania, Ferrara e Genova. Con i Musei nazionali di Bolzano, Roma, Savona, Perugia, Bologna e Verona e con i Musei esteri di Tautavel in Francia, Engen in Germania, Lejre Forsøgscenter in Danimarca e a San Vittore in Svizzera.

È presente ad eventi come il Tourisma a Firenze, EuroMineralExpo a Torino e BolognaMineralShow

Ed è anche social predisposto per cui lo potete trovate su www.archeologiasperimentale.it Facebook , Instagram e YT

Archeologia Sperimentale - Alfio Tomaselli E La Figura Dell'Archeotecnico. &Bull; Screenshot 20240219 222115 Facebook &Bull; Terra
Io con alfio alla fine del corso.

Grazie, Andrea.